la memoria corta e la battaglia dei late night show

maus-1

(Art Spiegelman)

Oggi, nel Giorno della Memoria, su un blog trovo una riflessione sugli studi compiuti non solo sugli effetti dell’Olocausto nella vita dei sopravvissuti, ma anche sull’innesco psicologico che rese milioni di comuni cittadini partecipi passivi o indifferenti. Ci si possono riconoscere i pattern inquietanti di qualche tendenza sociale di oggi?

*

Dalla battaglia che infuria intorno al network televisivo NBC per la collocazione dei suoi conduttori e le poltrone del suo Tonight Show potrebbe emergere la possibilità che Conan O’Brien, andandosene, faccia concorrenza alla sua ex emittente portando il suo show esclusivamente su Internet. Ma prima un riassunto delle puntate precedenti:

Jay Leno, da anni conduttore del Tonight Show della NBC e il più seguito in concorrenza con David Letterman sulla CBS, ipotizza da un po’ di ritirarsi, anche per evitare la stessa battaglia fra vecchi e giovani che aveva spinto proprio Letterman a lasciare la NBC nell’82 per andare su CBS. I dirigenti della NBC, quando il più giovane Conan O’Brien comincia a ricevere offerte da altri network, decidono di affidargli il Tonight Show. Il contratto di Leno non è concluso, e quindi gli affidano in cambio lo show di prima serata. Nei primi mesi perdono un sacco di soldi, sia perché Conan O’Brien non riesce a mantenere gli ascolti di Leno, sia perché Leno nel nuovo orario ha troppa concorrenza. Allora, per tornare sulla loro decisione ma evitando di togliere a Conan O’Brien il Tonight Show, decidono di spostarglielo a mezzanotte, facendo slittare Leno verso il vecchio orario con la speranza di riprendere di fatto l’audience che aveva prima. Leno accetta, e O’Brien rifiuta, annunciando che lascerà la NBC, come riporta il terzo incomodo della concorrenza, la Fox.

Sulla CBS Howard Kurtz del Washington Post commenta le decisoni sbagliate dei dirigenti NBC, e il rifiuto di Conan O’Brien di snaturare la gerarchia del Tonight Show accettando il nuovo orario.

Questo è l’addio al pubblico della NBC di Conan O’Brien. Un video di un’altra puntata in cui insulta i dirigenti della NBC è stato rimosso da YouTube. O’Brien ha poi aggirato il problema mettendo le sue opinioni sui dirigenti in forma di canzone.

Nel frattempo, sulla CBS, David Letterman, ammiccando al grande pasticcio che accadde quando lui stesso se ne andò dalla NBC nell’82, se la ride tenendo banco sul riepilogo sui pasticci di orario ideati dalla NBC. Fra le battute ci ricorda che “è tutta una questione di quattrini”. Qui invece, tornando a infierire sull’incompetenza dei dirigenti NBC, prende in giro che Jay Leno che non vuole lasciare spazio ai giovani e accetta tutte le proposte insensate del suo network.

Ma che cosa farà adesso Conan O’Brien, e con lui tutto il suo pubblico?

Ecco un’esplorazione delle ipotesi sul fatto che O’Brien possa creare il proprio show esclusivamente per Internet, facendo così concorrenza ai grandi network con un late show dalla rete. Qualcuno gli ha già fatto un invito. E quanto potrebbe guadagnare in questo modo?

Le musiche di oggi erano “Constant waiting” di Jeffrey Lee Pearce nella versione di Mark Lanegan, e  ”Cartoons and forever plans” di Maria Taylor feat. Michael Stipe

Ecco la puntata di oggi:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>