in bilico

(Nella foto la radiografia di @salmasaid twittata da Manal quando è andata a trovarla in ospedale. La giovane attivista è stata ferita durante la battaglia di questi giorni al Ministero degli Interni del Cairo. Ha nel corpo 107 pallini metallici sparati dalla polizia. Il Ministero degli Interni nega di aver utilizzato altro che gas lacrimogeni contro i manifestanti. Nello stesso ospedale dove è ricoverata Salma Said al 2° piano, al 6° è ricoverato Ahmed Maher, uno dei leader del movimento 6 aprile che fece partire l’appuntamento del 25 gennaio un anno fa. Ahmed è stato ferito gravemente alla testa in questi giorni mentre trattava la tregua fra polizia e manifestanti durante gli scontri seguiti alla strage dello stadio di Port Said. E’ il nostro ospite di oggi per l’anniversario della rivoluzione).

Al Cairo la situazione è in bilico. Giorni di scontri al Ministero degli Interni, altri morti e feriti, l’esercito che costruisce quattro nuovi muri nelle vie alle spalle di piazza Tahrir ma intanto accetta di accelerare le candidature alle presidenziali come chiesto dalla piazza,un attacco giudiziario alle ONG presenti al Cairo che ha provocato il gelo del Dipartimento di Stato americano verso l’esercito egiziano, il nuovo parlamento che prende posizione contro la repressione militare sui manifestanti, e infine fra tre giorni, sabato 11, l’anniversario della caduta di Mubarak per il quale è partita la chiamata alla disobbedienza civile e allo sciopero generale, a cui hanno già aderito tutte le università. Mahmoud Salem ha assistito ai fatti di questi giorni molto da vicino, e ha scritto un nuovo post, Numbers, che descrive lo stato d’animo dei rivoluzionari. Questa volta ve lo propongo nella traduzione realizzata da una nostra ascoltatrice, Alessandra Neve, che ringrazio moltissimo (@laleneve).

A un anno dalla caduta di Mubarak, uno dei protagonisti assoluti della rivoluzione egiziana, Ahmed Maher del Movimento 6 Aprile, analizza la situazione per noi al microfono di Laura Cappon.

♫ La canzone di oggi era “Hurt” di Johnny Cash (Nine Inch Nails)

Ecco la puntata di oggi:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Un pensiero su “in bilico

  1. Pingback: #mosireen | Alaska

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>