a colpi di millioneya


(L’alba, al sit-in al palazzo presidenziale al Cairo)

Morsi ritira il controverso decreto con cui si attribuiva poteri extra-giudiziali, la rivolta dei giudici si è placata, ma intanto quel che voleva l’ha ottenuto: l’accelerazione della bozza di Costituzione e il referendum di corsa il 15 dicembre, per di più tutelato da una temporanea attribuzione all’esercito di potere di arresto sui civili. Oggi in Egitto nuove manifestazioni di protesta, nel tentativo di fermare o rimandare il referendum che dovrebbe svolgersi fra 4 giorni (gli egiziani all’estero votano domani) e riaprire una costituente, ma contemporaneamente ai Fratelli Musulmani e la partito salafita Nour che invece manifesteranno in sostegno del presidente e del sì al referendum. Intanto, il leader-ombra dell’opposizione laica, Mohamed El Baradei, è stato ospite ieri del programma di Christiane Amanpour sulla Cnn, dove ha ammesso che il Fronte di Salvezza Nazionale non ha ancora deciso cosa fare se il referendum si svolgerà regolarmente: il boicottaggio non cambierebbe nulla (non è previsto quorum, basta la maggioranza di sì fra i votanti effettivi) e per il no non c’è abbastanza tempo. Gli osservatori occidentali tendono a dividersi fra chi commenta che gli egiziani dovrebbero accontentarsi della cornice fragile di questa costituzione per poi riempirla con leggi implementate dal parlamento – qui Foreign Affairs, e chi invoca una nuova costituente e un referendum più avanti – qui Koert Debeuf, ex consigliere del primo ministro belga, che scrive dal Cairo; qui invece un riassunto di opinioni sul Guardian, dopo essere stato criticatissimo per un editoriale di due giorni fa che andava in direzione opposta rispetto ai reportage dei suoi due inviati al Cairo.

La canzone di oggi era “La mia rivoluzione” di Marco Parente

Ecco la puntata di oggi:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Per scaricarla sul tuo computer clicca qui

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>