Archivi tag: gianni canova

30 aprile: Babel e le mafie in pentola

Ascolta la puntata del 30 aprile, in studio Barbara Sorrentini

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Mafie in pentola. Libera terra il sapore di una sfida. Nel trentennale dell’assassinio di Pio La Torre e all’interno del fitto programma di Expo Days, va in scena al Piccolo Teatro Studio lo spettacolo tratto da un’inchiesta di Andrea Guolo, tra i terreni confiscati alle mafie di tutta Italia. La parola all’attrice Tiziana Di Masi

Iulm Creative Happening: tre giorni di satira tra incontri, attori, studiosi e rappresentazioni allo IULM di Milano. Gianni Canova

Carlo Oliva in “Giallo Oliva”: Il fiume perduto di Michael Koryta (Giano)

Docucity-Festival di Cinema Documentario. Dal 2 al 4 maggio, la terza edizione del concorso dedicato alle città, che si snoderà tra il Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione di Sesto San Giovanni e la Mediateca Santa Teresa di Milano. Nicoletta Vallorani, docente e ideatrice.

19 marzo: Babel e l’amore impossibile

Ascolta la puntata del 19 marzo, in studio Barbara Sorrentini

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Una storia d’amore quasi impossibile, di come ce ne sono tante. La giornalista Erica Arosio la racconta nel romanzo L’uomo sbagliato (La Tartaruga). In una Milano di solo lavoro e cortili, come cornice di pochi baci rubati. Domani alle 18 l’ironica presentazione all’Anteo Spazio Cinema con Gianni Canova.

I quartieri popolari di Alessandria frequentati dagli immigrati in condizioni di estrema povertà. La storia di Fatma e di suo figlio raccontata nel film Lust di Khaled El Hagar che apre il Festival di Cinema Africano d’Asia e America Latina. La parola al regista egiziano.

Carlo Oliva in “Giallo Oliva”: Il professionista non è morto di Stephen Gunn (Mondadori)

Come sono cambiati il cinema e l’informazione: Film Tv compie 19 anni e pubblica il n 1000. Il direttore Aldo Fittante

20 giugno: Babel e la politica 2.0

Ascolta la puntata del 20 giugno, in studio Barbara Sorrentini

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Blog, Facebook e Wikileaks, la politica corre sul web e… vince.  Antonio Tursi spiega la trasformazione della “sfera pubblica” per come la intendeva Jurgen Habermas, nel libro Politica 2.0 (Mimesis Ed.)

A Milano il primo Festival multimediale delle Università e delle Scuole di Cinema dell’Unione Europea, con proiezioni, workshop, concorsi e convegni. E’ lo Iulm Film Happening, diretto da Gianni Canova.

Carlo Oliva in “Giallo Oliva”: Depilando Pilar di Andrea G.Pinketts (Mondadori)

Nuovo cinema israeliano, fino al 23 giugno allo Spazio Oberdan. Paola Mortara, CDEC

17 gennaio: Babel va al cinema con il cappello

Ascolta la puntata del 17 gennaio, in studio Barbara Sorrentini

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Il cinema con il cappello. Borsalino e altre storie. Binomio indissolubile, a partire da Jean Gabin, fino a Barney Panofski, passando da Al Capone una mostra alla Triennale segue il percorso ideale del copricapo nei film. Gianni Canova, curatore.

“Fuck the continuity”. Eccezioni e regole in regia, continuità e montaggio (Dino Audino Ed.). Miguel Lombardi presenta la sua analisi teconica e simbolica su come si costruisce un film.

Carlo Oliva in “Giallo Oliva”: La canzone del giardiniere di Swaminathan Kalpana (Kowalski)

Alimentazione e scuola. Se ne parla con il Dott. Franco BerrinoMilano Ristorazione e le commissioni mense scolastiche in un’assemblea pubblica. Domani h 20.30, Aula Magna dell’Ist. Tumori, Via Venezian 1-Milano

CHASSIS 21 marzo 2010

Ascolta Chassis 21 marzo 2010

SE VUOI DIVENTARE FAN DI CHASSIS SU FACEBOOK clicca qui

La Milano dell’alta borghesia industriale in pieno decadimento, nel film Io sono l’amore di Luca Guadagnino. Prodotto e interpretato da Tilda Swinton e girato a Villa Necchi.

Un thriller, gotico e horror per rivelare l’Italia di questi ultimi anni. E’ tutto scritto in “Palpebre” di Gianni Canova (Garzanti).

La trappola, per immigrati e rifugiati politici. Il regista algerino Lemnouer Nordin Ahmine ha presentato al Festival di Cinema Africano il suo documentario girato a Milano durante le retate e le notti in Piazza Oberdan.

Paolo Sorrentino presenta il suo primo romanzo “Hanno tutti ragione” (Feltrinelli).

Ascolta la recensione di Il Profeta di Jacques Audriard

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Chassis ogni domenica dalle 10.40 alle 11.30 a cura di Barbara Sorrentini
cineradio@radiopopolare.it