Campagne della Bassa

Cascina Contina

Cascina Baraggia-Roma. Milano dista solo 26 km, ma sembra lontana anni luce. 120 ettari in gran parte lavorati a riso. Riso fino, famiglia arborio-volano (quello ideale per i risotti). Acque sorgive alimentano immense risaie e persino un paio di laghetti. Un’acqua dalla temperatura costante tutto l’anno: tra i 16 e i 18°. Estate e inverno. Un bosco di abeti e piante anfibie importate dal Giappone su cui svolazzano aironi cinerini, cormorani, corvi, cigni neri e bianchi. E nei mesi invernali anche una comunità di circa 2000 anatre. L’altro giorno c’era un lutto: una volpe, in un colpo solo aveva ucciso, un cigno bianco e uno nero. Nelle acque nuotano balbi, trote e persino qualche anguilla. Il sign Angelo, che vive qui da una vita, ci mostra persino i gusci di quelli che definisce “le cozze d’acqua dolce”, di cui pare siano ghiotti i cormorani. E’ uno scampolo di pianura lombarda, dalle parti di Abbiategrasso. Altre fotografie sono quelle regalate dall’Azienda Agricola Clementina, specializzata nella coltivazione e successiva trasformazione di piccoli frutti come fragole , lamponi, mori e mirtilli. O dalla cascina Fraschina, specializzata nel recupero di ortaggi ed erbe spontanee. Ma nelle cascine di queste campagne si pratica anche la solidarietà. Leggendo “Il paese dell’acqua – I luoghi Pii Elemosinieri di Milano e le loro terre: un itinerario nel paesaggio dal medioevo ai giorni nostri” (Nodo Libri) ho scoperto che questo ruolo sociale ha radici antiche. E che esiste una relazione più stretta di quello che uno si potrebbe immaginare tra uomini diversi, vissuti a distanza di due secoli l’uno dall’altro. E’ il caso di Carlo Mira, ingegnere, consigliere e progettista della Congregazione della Carità (1799-1894), e di Cesare Bianchi (1947-2014), fondatore della esperienza della cascina Contina. Questo territorio, con la sua “diversità” ormai rara nella provincia di Milano, rischia di essere ferito dalla bislacca idea di una tangenziale che dovrebbe collegare Vigevano con Malpensa: una colata d’asfalto che lo attraverserebbe e lo devasterebbe. Per info sulla lotta contro questo scempio visita notangenziale.org.

Ascolta il podcast:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *