Palestina

Il diario di viaggio della Carovana per l’Acqua in Palestina, effettuato nel settembre 2011: un’esperienza itinerante promossa dal Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’acqua. La situazione verificata durante il viaggio è di una gravità talmente abnorme che per una volta si può contraddire la parola di Dio. “Alzò gli occhi e vide che tutta la valle del Giordano era un luogo irrigato da ogni parte, come il giardino del Signore. Un paese fertile: Paese di torrenti, di fonti e di acque sotterranee che scaturiscono nella pianura e sulla montagna”. Queste parole della Bibbia sono smentite da quello che abbiamo visto. A sud del lago di Tiberiade il Giordano è poco più di un rivolo, la sua valle è prosciugata, i contadini e i campi patiscono la sete. I suoi 320 km sono stati spremuti come un limone. La Valle del Giordano è situata in Territorio Palestinese Occupato. Secondo gli accordi di Oslo Israele attua un pieno controllo di quest’area. La cooperazione prevista dal trattato nei settori vitali, come quello delle risorse energetiche e idriche, non è mai stata attuata. In compenso le colonie ebraiche in territorio palestinese si sono moltiplicate a velocità cinque volte maggiore che negli anni Ottanta, sottraendo le risorse ai vecchi abitanti. 8000 coloni occupano il 50% dell’area e controllano più dell’80% delle risorse. Una disparità riscontrata non solo nella Valle del Giordano, ma in tutti i villaggi dei territori occupati. E persino a Gerusalemme. Una disparità così eclatante che lascia sgomenti.

Link utili

Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’AcquaMultimedia sul viaggio della Carovana dell’Acqua

Ascolta il podcast:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *